BORDIGHERA EVENTI STAGIONE 2015/2016 (VIDEO)

TEATRO DELL’ARCHIVOLTO SPETTACOLI PER I BAMBINI
Giovedì 3 dicembre 2015 Teatro Palazzo del Parco ore 10.30 Teatro dell’Archivolto presenta “Ma che bella differenza” La diversità spiegata ai bambini. Un percorso di conoscenza e di informazione sulla diversità dedicato ai ragazzi. Per la scuola primaria dagli 8 anni. Tratto da Marco Aime di e con Giorgio Scaramuzzino
Mercoledì 2 marzo 2016 Teatro Palazzo del Parco ore 10.30 Teatro dell’Archivolto presenta “La mia amica Nuvola Olga “ teatro d’attore, pupazzi e canzoni dal vivo. Le avventure della Nuvola Olga, uno dei fortunati personaggi nati dall’estro di Nicoletta Costa. Per la scuola dell’infanzia dai 3 anni e primo ciclo primaria. Di Nicoletta Costa Musiche Paolo Silvestri Drammaturgia e regia Giorgio Scaramuzzino con Gabriella Picciau
Martedì 15 marzo 2016 Teatro Palazzo del Parco ore 10.30 Teatro dell’Archivolto presenta “Questa zebra non è un asino” un omaggio alla convenzione ONU sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, ispirato a un fatto di cronaca realmente accaduto. Per il secondo ciclo della scuola primaria e per la scuola secondaria. Di e con Giorgio Scaramuzzino.
Per info Teatro dell’Archivolto 010 6592.214-216 [email protected]

Teatro della Tosse
LA TOSSE A PALAZZO 2016
Quarta stagione
Palazzo del Parco di Bordighera

Sabato 30 gennaio, ore 21, PROMETEOEDIO
Sabato 27 febbraio, ore 21, KARMAFULMINIEN
Sabato 12 marzo, ore 16, LA FAVOLA DEL FLAUTO MAGICO
Sabato 26 marzo, ore 16, CANTA CANTA CANTASTORIE
Sabato 9 aprile, ore 21, NON C’È LIMITE ALPEGGIO (1)
Sabato 16 aprile, ore 21, BUIO A MEZZOGIORNO

(1) il termine è scritto appositamente senza spazi

Quarta edizione per La Tosse a Palazzo al Parco di Bordighera (IM), Il Palazzo del Parco di Bordighera ospiterà una rassegna del Teatro della Tosse, che spazierà tra tutti i generi teatrali toccando i grandi classici e la nuova drammaturgia contemporanea e la comicità. La quarta edizione della rassegna teatrale del Teatro della Tosse in collaborazione con il Comune di Bordighera è composta da sei titoli e durerà quattro mesi. Gli spettacoli avranno luogo a Palazzo del Parco. La Tosse con la rassegna di Bordighera rafforza anche l’attitudine del teatro a uscire dai confini genovesi, per muoversi nel territorio regionale come avviene da molti anni grazie ai tradizionali spettacoli estivi o con le iniziative rivolte alle compagnie emergenti del territorio ligure. Con questa quarta edizione si consolida il rapporto tra Tosse e Comune di Bordighera.

Sabato 30 gennaio, ore 21
PROMETEOEDIO
di Emanuele Conte
da Eschilo
regia Emanuele Conte
costumi Daniela De Blasio
luci Tiziano Scali e Matteo Selis
assistente alla regia Alessio Aronne. Con Gianmaria Martini Prometeo, Alessia Pellegrino Bia (Violenza) e Io, Enrico Campanati Ermes, Andrea Di Casa Efesto e Coro delle Oceanine, Pietro Fabbri Cratos (Potere) e Oceano.
Prometeoedio è l’ultimo capitolo della trilogia del potere iniziata nel 2013 con Antigone di Anouilh e proseguita lo scorso anno con il Caligola di Camus. Emanuele Conte, ideatore e regista della trilogia, ha nel corso del tempo spostato la sua analisi dal potere in quanto tale alla “ribellione al potere”. In Antigone la protagonista si oppone a un ordine precostituito, Caligola lotta contro se stesso in quanto incarnazione dell’autorità, mentre in questo terzo capitolo Prometeo si ribella al potere in senso assoluto, quello che va oltre l’uomo e riguarda Dio. Al centro del lavoro di Conte c’è l’uomo con la sua meravigliosa umanità fatta di imperfezioni, fragilità, debolezze e difetti. L’essere umano viene rimesso al centro della storia e amato per quello che è, un’analisi in aperta antitesi con il pensiero dominante che guarda all’essere umano utilizzando parametri e modelli che danno vita esclusivamente a giudizi negativi. Il gesto con cui Prometeo dona all’umanità il fuoco e la consapevolezza è un atto di giustizia compiuto per soddisfare il desiderio di conoscenza dell’uomo, anche se questa sua ambizione porta con sé dolore e sofferenze.

Sabato 27 febbraio, ore 21
KARMAFULMINIEN – figli di puttini
di e con Enrico Pittaluga, Graziano Sirressi, Luca Mammoli
regia e coautore Riccardo Pippa
scene di Anna Maddalena Cingi
costumi di Daniela De Blasio e Anna Maddalena Cingi
produzione Fondazione Luzzati-Teatro della Tosse
Karmafuliminien – figli di puttini il nuovo spettacolo del collettivo Generazione Disagio, prodotto dal Teatro della Tosse di e con Enrico Pittaluga, Graziano Sirressi, Luca Mammoli regia e coautore Riccardo Pippa. Dopo il grande successo di Dopodiché stasera mi butto, in Cantiere Campana sia a gennaio che poche settimane fa, tornano i Generazione Disagio con un nuovo spettacolo interamente prodotto dal Teatro della Tosse. L’esempio di questo spettacolo spiega meglio di qualsiasi parola l’obiettivo perseguito in questi anni dalla Tosse: dare casa in una struttura teatrale consolidata come la nostra, oltre che visibilità, a compagnie emergenti, nel rispetto della loro autonomia artistica. Tre angeli aggressivi, pessimisti, cinici e caustici che si presentano agli umani come angeli 3.0 incarnazione della spiritualità moderna. L’uomo moderno identifica questi spiriti divini come creature funzionali alle proprie esigenze a cui votarsi per raggiungere la realizzazione dei propri desideri e bisogni terresti.

Sabato 12 marzo, ore 16
“LA FAVOLA DEL FLAUTO MAGICO “ di W. A. Mozart
“Una favola in musica con i burattini di Emanuele Luzzati e Bruno Cereseto, le voci liriche di Linda Campanella e Matteo Peirone e un Ensemble strumentale composto da pianoforte, violoncello e flauto. Burattini disegnati da Emanuele Luzzati
Compagnia del Teatro della Tosse
Con la partecipazione dei cantanti lirici:
Linda Campanella (Regina della Notte, Pamina, Papagena)
Matteo Peirone (Papageno e Sarastro)
La Favola del flauto Magico. Si tratta di una novità assoluta quella di accostare al tradizionale e celebre teatro dei burattini di Emanuele Luzzati le voci di cantanti lirici che eseguono le principali arie e duetti del capolavoro di W. A. Mozart. La storia d’amore tra l’eroe Tamino e Pamina: un amore contrastato dalla Regina della Notte – madre di Pamina – e propiziato invece da Sarastro, il mago-sacerdote che alla fine celebrerà le nozze tra i due giovani. Per raggiungere il suo amore Tamino dovrà superare una serie di prove, aiutato da un flauto magico e da uno straordinario compagno di avventure, l’uccellatore Papageno, mezzo uomo e mezzo uccello e curioso abitante dei boschi. Anche Papageno coronerà il suo sogno d’amore insieme alla sua Papagena. Tra piume, stracci colorati e le foreste incantevoli disegnate da Emanuele Luzzati, lo spettacolo si trasforma in un entusiasmante e coinvolgente viaggio nella fantasia e nella musica di Mozart.

Sabato 26 marzo, ore 16
CANTA CANTA CANTASTORIE
Storie in rima di Emanuele Luzzati
Sono storie che hanno una lunga storia…
Canta canta Catastorie. Chi non conosce le avventure de La Gazza Ladra, La Tarantella di Pulcinella e Alì Babà? Dopo essere stati protagonisti di libri e film di animazione di Luzzati e Gianini si ritrovano insieme, nel 1976, per essere inseriti in un audiolibro Mondadori e qualcuno di loro ottenne anche una nomination all’Oscar. Dall’audiolibro prende le mosse il Canta Canta Cantastorie nella versione con attori e in quella de I Burattini di Luzzati & Cereseto. Le tre storie non sono altro che filastrocche popolari reinventate con garbo e ironia da Emanuele Luzzati, sui ritmi di una ballata in chiave moderna. I protagonisti sono tra i suoi personaggi preferiti e per questo ritornano in molte sue realizzazioni.

Sabato 9 aprile, ore 21
NON C’È LIMITE ALPEGGIO
Con Alessandro Bergallo
Non c’è limite alpeggio. Il piccolo paese di Alpeggio, collocato in un entroterra montuoso alla periferia di una grande città, si trova al centro di un particolare flusso turistico. Colpito dalla crisi economica che ha portato progressivamente alla chiusura dei caseifici in cui veniva lavorata la tradizionale toma l’Alpeggio, il paese ha da tempo cominciato a registrare sul proprio territorio un numero sempre crescente di suicidi. È accaduto che i social network e, in particolare un portale web internazionale molto seguito, abbiano eletto il suo Belvedere come il posto migliore del mondo in cui togliersi la vita. Gli aspiranti suicidi diventano sempre più numerosi, muovono amici e parenti, curiosi, giornalisti, turisti, insomma i soliti cultori degli episodi di cronaca nera. In breve si sviluppa un piccolo business che, in qualche modo, rigenera l’economia di un paese che, ora, si vede costretto a scegliere da che parte stare e a costruirsi un apparato morale in grado di sostenere la propria scelta.

Sabato 16 aprile, ore 21
BUIO A MEZZOGIORNO
Uno spettacolo di Laura Sicignano
“Il teatro mi porta sempre lontano nel tempo o nello spazio, alla ricerca di storie vere, grandiose come miti, che possano illuminare il nostro presente attraverso la luce delle complessità del passato! Buio a mezzogiorno di Arthur Koestler è un romanzo, notissimo alla generazione del dopoguerra, ancora di potente attualità: è il ritratto di un’epoca leggendaria e feroce, il periodo più cupo dello stalinismo; ma è anche il ritratto di un uomo, Rubasciov, che, dopo aver speso tutta la propria vita in lotta per l’ideale magnifico della salvezza dell’umanità attraverso la Rivoluzione, si trova a fare i conti con il fallimento. Fallimento della Grande Idea. Fallimento personale. La sua radicale scelta di vita fu quella di cancellare il privato, l’Io, a favore dell’Idea, del Noi. Fino alle estreme conseguenze.” Laura Sicignano

UFFICIO TURISMO

L’ufficio turismo e cultura del Comune di Bordighera comunica che a partire da venerdì 20 novembre 2015 è disponibile presso l’Ufficio Informazioni Turistiche di Via Vittorio Emanuele 172 – (presso i Giardini dl Palazzo del Parco, tel. 0184262882) il depliant delle Manifestazioni Natalizie organizzate e/o patrocinate dal Comune di Bordighera. A partire da mercoledì 25 novembre il depliant medesimo sarà distribuito negli esercizi commerciali, con replica della distribuzione in data 17 dicembre. Inoltre nei primi giorni di dicembre sarà disponibile il depliant del 31° Inverno Musicale e, successivamente, il depliant della Rassegna Teatrale “La Tosse a Palazzo”. E’ possibile ottenere informazioni per tutte e tre le rassegne telefonando allo 0184 272205 oppure 0184 272230 e 010 2470793 (solo per Teatro della Tosse). I programmi completi sono già disponibili sulla pagina principale del nostro sito turistico ufficiale www.bordighera.it

La redazione