Bordighera – alla Mondadori “Le Ragazzone”

Sabato 1 febbraio 2014, alle ore 17.00, presso la libreria Mondadori di Bordighera, in Via Vittorio Emanuele, 252, Daniela Rossi presenta il suo libro “Le Ragazzone – come vivere con stile dopo i cinquant’anni” [email protected]
Dialoga con l’autrice Emanuela Tralci. Reading a cura di Manuela Ormea.
Il Libro “39 ritratti di donne“. Bizzarre over 50 che non demordono di fronte all’età che avanza. Ognuna è diversa ma nel cercare di divertirsi, imparare e amare ancora le accomuna una comica tendenza all’eccesso. Il racconto dei loro espedienti per vivere, se non come ragazze, almeno come Ragazzone, ha sfumature che vanno dalla tenerezza alla malvagità: le urla nel sesso, la voglia di impegno politico, le invidie, i tatuaggi, gli interessi intellettuali, le vicende erotiche, le donne di destra e quelle di sinistra, la palestrata, la madre tardiva e molte altre sono raccontate con lucida ironia.
L’autrice, che è anche psicologa, suggerisce caso per caso strategie esistenziali più efficaci e propone alle lettrici un test-concorso finale per assegnare il ruolo vacante di “Quarantesima Ragazzona”.
L’autrice, dopo la collaborazione a quotidiani e riviste (D Repubblica Delle Donne – Cosmopolitan – Il Lavoro-Marea – Donna e Mamma – Vivere sani) ha esordito con il romanzo Il mondo delle cose senza nome (Fazi 2004 e ripubblicato per i Tascabili Bompiani nel 2010) pensato come una lettera d’amore a suo figlio in cui narra vicende personali e familiari riflettendo sulla fragilità dei rapporti, sulla fallibilità umana, sulla paura e il coraggio. Il libro, che ha vinto il Premio Anima 2005 per la Letteratura, è stato tradotto in lingua tedesca Die welt der namenlosen dinge (Kunstmann 2006) e coreana.
Da questo romanzo è stato tratto il film Tutti i rumori del mondo prodotto da Fulvio e Paola Lucisano per RAI International Film, diretto da Tiziana Aristarco ed interpretato da Elena Sofia Ricci, Stefano Pesce e Gioele Dix. Il mondo delle cose senza nome è anche il titolo della trasposizione teatrale del romanzo, prodotta dal Teatro dell’Opera di Roma con l’ensemble strumentale e il Corpo di Ballo dell’Opera. Protagonista è l’attrice Anna Rita Chierici, che ha elaborato l’adattamento per il quale è stata a sua volta vincitrice del Premio Anima 2008 per il Teatro.
Lo spettacolo, andato in scena per la prima volta nell’ottobre 2007, è stato replicato nell’ottobre 2008.
Nel 2007 ha pubblicato il romanzo Il merlo indiano (Aragno Ed.) le vicende si svolgono negli anni’80 e sono ambientate nella città di Sanremo, tra intrighi politici, giochi di potere, collusioni e corruzioni amministrative, Festival e Casino.
Del 2008 è il mio romanzo Il sacerdote e il kamikaze (Salerno Ed.). Il libro racconta vite pubbliche e private di persone comuni, soltanto apparentemente rispettabili, la difficoltà di scegliere la via di una comunicazione profonda e sincera anziché quella di nuocere a se stessi o agli altri. La prefazione è di Walter Veltroni.
Nel 2008 i diritti del suo primo libro Il mondo delle cose senza nome sono stati acquistati dall’editore Bompiani che ha pubblicato una sua nuova edizione tascabile.
Nel marzo 2013 ha pubblicato Le Ragazzone ([email protected] Ed.) e Sull’ali dorate (Fondazione Giuseppe Verdi).
La redazione